Südtiroler Landesmuseum für Volkskunde

Deutsch | English

Dove ritorna il passato

Il Museo provinciale degli usi e costumi dell'Alto Adige a Teodone sorge nel cuore della Val Pusteria. Il museo etnografico illustra la vita della società rurale di un tempo – dalla nobiltà al bracciantato. Nel centro si trova l'imponente residenza barocca Mair am Hof con le sale padronali e le collezioni etnografiche. Nel fabbricato rustico del Mair am Hof sono esposti numerosi attrezzi e veicoli d'agricoltura. Nell'area all'aperto si accostano i masi originali dei contadini, costruzioni ad uso artigianale, orti agricoli e animali domestici in un percorso che ripercorre le tappe principali della quotidianità di un mondo ormai passato.

bambini-con-cavallucci

Il museo per bambini


Sull' intera area del museo si trovano delle stazioni con giochi, dove si può ad esempio andare sul cavalluccio di legno, giocare a birilli, a campana o lanciare gli anelli.

Foto: H. M. Gasser

Locanda

Locanda del museo


La locanda del museo è chiusa.

Bibite, snacks e gelati si possono ottenere nell’area d’ingresso, uno spazio picnic è a vostra disposizione. Nel centro del paese di Teodone c'è un bar con gelateria. Ristoranti si trovano nel centro di Brunico il quale è raggiungibile in pochi minuti in macchina o anche con i mezzi pubblici (la fermata del City-Bus si trova in prossimità del museo).


famiglia

Archivio fotografico


Hugo Atzwanger (1883-1960) era un pittore, fotografo e disegnatore di talento. Nel periodo dal 1939 al 1943 è stato incaricato dalla commissione culturale "SS Ahnenerbe" a fotografare numerose aziende agricole e gli insediamenti in Alto Adige.

Erika Groth-Schmachtenberger (1906-1992) era una fotografa dalla Germania ed era attiva a livello internazionale. Ha viaggiato negli anni '50 e '60 del XX secolo più volte in Alto Adige fotografando persone e paesaggi.

Le quasi 30.000 foto furono scattate nel periodo tra il 1930 e il 1970.

L'archivio fotografico

Foto: archivio Hugo Atzwanger, nr. inv. F2094, 1942